Mai come ora una storia come questa, rappresenta di come funziona in Italia.

Questi pedigree sono stati bloccati, perché lo stallone dichiarato, papà di questa femmina, il fratello è deceduto, dopo denuncia, il DNA non è risultato compatibile. A Dicembre chiesi al sig. Caliendo spiegazioni, lui si giustificò che aveva chiesto altre verifiche, a distanza di sette mesi non è arrivata alcuna richiesta di verifica, quindi probabilmente le prove del DNA sono schiaccianti. Per evitare incomprensioni ho chiesto ieri al signor Caliendo se aveva fatto verifiche, ma non ho ricevuto risposta.

Modello A e Modello B della cucciolata sono stati firmati dal proprietario dell’affisso BACAL-BULL, inoltre di seguito pubblico le prove fotografiche e di classifiche risalenti al 25/05/2016 che ritraggono i detentori Caliendo della cucciola in cui aveva appena 4 mesi BACAL- BULL TERRY e che si piazzò seconda.

 

     

Il papà della cucciolata sempre da un esame del DNA risulta MIKANTRIBE SEX AND THE CITY, LO1274172 .

Ora vorrei sottoporre ai miei lettori queste domande.

Il signor Caliendo ex consigliere del C.I.B., è stato allontanato dal C.I.B. a seguito di questo episodio? Perché non fa più parte del C.I.B.?

Altra domanda, come mai dal 2016, nonostante le prove schiaccianti, la pratica all’E.N.C.I. risulta ancora “in fase di verifica”?

Come mai cautelativamente, visto gli esami di laboratorio scientifici, non è ancora stato sospeso l’affisso?

Ma la cosa più assurda è come mai oggi il signor Caliendo ricopre una carica di consigliere partenopeo all”E.N.C.I.?

Welcome to Italy evviva la cinofilia pulita! (sono ironica)

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

9 + tredici =