Enea Bastianini: un altro VIP si aggiunge alla lista nera dei cuccioli di dubbia provenienza.

0
1301

A seguito del sequestro dei cuccioli avvenuto il 24 ottobre 2020, (leggi articolo) la Procura di Ravenna ha aperto le indagini nei confronti di Paolo Pecoraro e Katerina Beresova, titolari della società “I Cuccioli di Carlotta” società che non ha lo scopo di allevare cani, ma funge da intermediazione tra le puppy farm Slovacche e i clienti finali. Tra questi clienti ci sono molti VIP, alcuni di loro sono stati già sentiti dalla Procura di Ravenna e dagli interrogatori è emerso che erano ignari promotori del commercio di cuccioli.

Oggi un’altra amara sorpresa, un altro VIP, Enea Bastianini, che

Enea Bastianini con in braccio un cucciolo ancora troppo piccolo.

mostra in foto un cucciolo che avrà si e no 50 giorni. Un cucciolo strappato precocemente alla sua mamma. Per legge i cuccioli devono rimanere con la mamma fino al compimento del 60° giorno di età e se arrivano dall’estero, devono aver compiuto 3 mesi e 21 giorni, tempo necessario per il ciclo vaccinale e l’antirabbica.

Purtroppo nelle puppy farm Ungheresi e Slovacche, i cuccioli vengono strappati alle mamme a soli 30 giorni di età. Oggi nel 2020 abbiamo a disposizione un’infinità di informazioni utili che ci permettono di arrivare ad effettuare un acquisto consapevole di un cucciolo di razza. Ribadisco che i cani di razza sono tutelati dalle leggi di Stato e un cane può essere definito di razza solo se ha l’unico pedigree riconosciuto FCI (Federazione Cinologica Internazionale) e Paese di origine, nel nostro caso FCI ENCI (Ente Nazionale della Cinofilia Italiana).  Nonostante ciò, questi VIP, non solo promuovono cani meticci venduti a peso d’oro, arrivano a costare fino a € 3.500 e fatti entrare in Italia come cani alla “moda”, ma inconsapevolmente alimentano la sofferenza delle fattrici che vengono sottoposte a parto cesareo, ben 4 volte l’anno. Il piccolo cucciolo che tiene in braccio Enea, è un simil blu, un colore non ammesso dallo standard FCI, di conseguenza non potrà mai avere il riconoscimento di razza.

Per chi non è a conoscenza di quello che si nasconde dietro le puppy farm, vi invito alla visione di questo reportage che descrive alla perfezione tutta la macchina di montaggio del commercio illegale dei cuccioli.

Di seguito alcuni link delle testate giornalistiche che hanno parlato del caso de I Cuccioli di Carlotta.

Sequestrato sito che vendeva cuccioli a vip e calciatori

Articolo MESSAGGERO

Articolo FANPAGE

I cuccioli di Carlotta – Truffa di pseudo cani di razza fotografati con dei vip

 

Articolo sportivo INTERNAPOLI

Questi sono solo alcuni, in rete ce ne sono tanti altri e risalgono a soli pochi mesi fa, ovvero giugno 2020.

Chiunque voglia avvicinarsi al cane di razza consultate il sito dell’ENCI, ma soprattutto leggete il mio articolo, che vi spiega perfettamente cosa si deve fare per arrivare alla scelta giusta. Il cane di razza non è una moda, ma arte, storia, tradizione, selezione, passione, attitudine. 

Se cerchi un cane di razza, informati! 

Veronica Cucco

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui