I CUCCIOLI DI CARLOTTA E I VIP: ignari promotori dei traffici di cuccioli o semplicemente complici?

Questa è una domanda che mi pongo da svariati mesi, i nomi famosi cominciano ad essere molti, ma nessuno fa emergere questa gravità dei fatti. Sono mesi che contatto i personaggi in questioni, ma mi ignorano completamente, perché forse nel mondo dello spettacolo conto come il due di coppe quando regna bastoni, felice di questo per carità.

Cominciamo a raccontare tutte le ricerche che io ed altri allevatori etici rigorosamente E.N.C.I. abbiamo fatto, le testimonianze e gli inganni che si perpetrano ogni giorno su Facebook.

I nomi: Francesco Totti, Mauro Icardi, Radja  Nainggolan, Gaetano Castrovilli, Federica Pellegrini, Ignazio Boschetto de Il Volo ed infine Enrico Papi, questi sono quelli che ricordo, ma sono sicura che ce ne sono altri.

Abbiamo dimostrato sulla pagina facebook @radiobulldoginglesi, che le vendite dei cuccioli dirette a personaggi noti americani, erano false ecco i video che lo dimostrano: Video di Gerard Butler e video di Jamie Foxx .

Non solo, ma qualche giorno fa il popolo di Instagram, ha segnalato in massa l’appropriazione di foto da parte del profilo Instagram de I Cuccioli di Carlotta, di altri allevatori o pseudo tali, fino a fargli chiudere il profilo.

Il signor Pecoraro all’inizio ci dice che è un problema di show down, che culo ha avuto! Poi insiste nel dire che la condivisione delle foto è legale, purtroppo ahimè non è mai stata una condivisione, ma un’appropriazione e vi dimostriamo anche questo.

Nella seguente foto I Cuccioli di Carlotta scrivono: “Meraviglioso Maschio Orange Cream Disponibile” Che vuol dire? Che chi legge pensa che uno di quei tre cuccioli lo vendono I Cuccioli di Carlotta.

Purtroppo, invece questa foto appartiene ad un altro allevatore ed ecco la foto originale.

Mi sono presa la briga di controllare la provenienza di questo allevamento e sono americani.

Un allevatore che si rispetti, mai e dico mai farebbe cose del genere!!! Per il semplice motivo che cresce con amore i propri soggetti, li porta in esposizione ed è orgoglioso di mostrare al mondo intero solo i propri prodotti, frutto di passione, selezione e vera arte allevatoriale.

Dopo la chiusura del profilo Instagram avvenuto per il mancato rispetto delle linee guida, il sig. Pecoraro decide di dedicarmi un video di oltre un’ora. Devo dire che qui si profilano reati molto pesanti a carico loro e di tutti quelli che hanno commentato, ma lo deciderà un P.M. ho già mobilitato chi di dovere, la cosa assurda è che per giustificare la chiusura del suo profilo Instagram in cui io c’entro poco che niente, cosa fa? Prende il mio privato, la mia sofferenza privata e la strumentalizza per coprire i suoi errori. Io non riesco a vedere quel video, perché sto male! Come male staranno tutti coloro che sono fragili e tutte quelle persone che hanno perso un caro grazie alla crisi. Volevo ricordare a tutti che solo in Umbria i morti per la crisi sono 150.

foto

Parliamo di traffici: il signor Pecoraro e consorte sig.ra Beresova risiedono a Bratislava – Slovacchia. La Slovacchia fa parte dei 94 Paesi Membri dell’F.C.I., quindi gli UNICI allevamenti riconosciuti sono gli allevamenti F.C.I.

Per far capire meglio che stiamo parlando di traffici a tutti gli effetti vi spieghiamo con questo video in primis la corretta procedura per l’acquisto SICURO di un cane di razza e poi quello che i signori, tentano di far passare come procedura corretta e legale.

La signora Beresova è titolare di una associazione denominata K.A.S, Kennel Association Slovensko, già si evidenzia un’associazione e non è un nome di un allevamento. Questa associazione registra tutti i cuccioli di dubbia provenienza e se li intesta, entrano in Italia e l’I.C.B.D. li registra.

La legge parla chiaro, i cani possono essere considerati di razza se rispettano le normative europee e nazionali, il seguente video che vi pubblico toglie ogni dubbio sulla procedura e vi consiglio per vostra cultura di guardarlo attentamente, perché vi chiarisce moltissime cose:

Tutti i cani che si muovono col mancato rispetto delle normative europee e delle leggi di Stato dei Paesi membri F.C.I., sono da considerarsi frutto di traffici internazionali, che vi piaccia o no!

Purtroppo in base al materiale ricevuto e alle prove pervenute, sono da considerare traffici anche quelli dei signori Pecoraro e Beresova!

Ogni cucciolo registrato con il pedigree I.C.B.D. fa parte dei traffici internazionali questa è una delle prove che abbiamo, la proprietaria ha acquistato un cucciolo da loro, poco dopo il cucciolo è deceduto, è stata data la colpa al veterinario, questo è un altro alibi frequente che usano per far cadere la colpa sul veterinario piuttosto sulla reale responsabilità dei cuccioli malati.

Non è finita! Abbiamo già affrontato il delicatissimo tema dei cani esotici, del perché bisogna dire NO ai cosiddetti colori esotici, vi consiglio di leggere anche l’articolo che riguarda proprio questo tema.

Un cucciolo definito esotico, non potrà mai avere un regolare pedigree, perché è frutto di incroci, perché dietro ad un cucciolo di colorazione esotica, si nasconde: morte, sofferenza e maltrattamento genetico.

Oggi i signori Pecoraro si definiscono i più estimati allevatori d’Europa, attenzione non hanno fattrici e non fanno parte di F.C.I., questi messaggi che passano sono pericolosissimi, perché a rimetterci sono in primis i cani di dubbia provenienza, sappiamo tutti cosa si nasconde dietro ai traffici, situazioni come questa che vedete in foto:

e in seguito ci sono molti proprietari che stanno vivendo l’inferno con i cuccioli malati o che li hanno persi appena dopo l’acquisto.

Il mio consiglio è di rimanere sul territorio nazionale, visitate gli allevamenti, non acquistare cani né in Internet, né nei negozi, né in questi assurdi profili social pieni zeppi di foto rubate per attirare i sentimenti dei follower e aumentare le condivisioni.

I veri allevatori non hanno migliaia di follower, non potranno mai soddisfare numeri di richieste enormi, perché fanno poche cucciolate e hanno già i loro canali sicuri di vendita, aprite gli occhi di fronte a tutto questo, perché vi stanno prendendo in giro.

Tornando ai V.I.P. spero che arrivi a loro questo articolo chiarificatore, spero di poter avere quanto prima una risposta ai miei dubbi, ovvero sono consapevoli di essere mezzi di promozione dei traffici, oppure ignari?

Ci tengo a sottolineare che il messaggio che passa è pericolosissimo per la salvaguardia e il benessere animale, ci tengo a sottolineare che sarebbe opportuno interrompere foto e video che ritraggono loro con i cuccioli frutto di maltrattamento genetico, traffici e sofferenza.

Sono a disposizione per qualsiasi dubbio o richiesta!

info@rbi.one

Veronica Cucco

Veronica-Cucco

4 thoughts on “I CUCCIOLI DI CARLOTTA E I VIP: ignari promotori dei traffici di cuccioli o semplicemente complici?

  1. ICBD? cos’è? Certificato di nascita? pedigree genealogico? iscrizione anagrafe canina EU? mah più scrivono più hanno valore?

  2. FINALMENTE E SEMPRE TROPPO TARDI PER REGOLAMENTARE IL TRAFFICO DI DI ANIMALI IN EUROPA PER EVITARE LO SFRUTTAMENTO DI FABBRICHE ILLEGALI DI CUCCIOLI DI CUCCIOLI

  3. Onestamente, non chi sono nessuno di questi personaggi che hai nominato, ma ti stai sbagliando in un sacco di cose, e per tanto, stai dando un sacco di informazzione falsa.
    La FCI é una istituzzione PRIVATA.
    In Italia, il raprasentante uffizziale dalla FCI è l’ENCI. L’ENCI è une delle “rame” del ministerio de l’agricultura e per tanto, quello che racconti SI è valido per la Italia perche riprdsentante dal governo e della FCI si trovano su l’estesso ENCI.
    Ma in molte nazione europee non è cosi. Per essempio in Spagna, il ripresantante FCI è la RSCE, ma la RSCE è una istituzzione privata, che è riconoscuta per il governo… ma allo stesso tempo che una ventina piú di assossiazioni.
    Questo tradotto vole dire che, di questa ventina di assoziazione riconoscute per il governo, legalmente in Spagna, solo 1 po fare pedigree FCI, ma l’ENCI italiano deve riconoscere tutti i pedigree delle 20 assoziazioni.
    Per questo per ogni paese della UE si deve vedere le sue particolarita, perche ripetto, la FCI è solo una istituzziine privata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code
     
 

Next Post

Il Caso de "I Cuccioli di Carlotta": altre scoperte agghiaccianti!

Gio Mar 21 , 2019
A seguito del primo articolo pubblicato e grazie all’aiuto di molti collaboratori che vogliono far luce sul caso, sono emerse altre verità a dir poco raccapriccianti. Ora vi racconto quello che abbiamo scoperto. Di seguito il link del video che è stato pubblicato sulla famosa pagina il giorno 16 Marzo […]

Seguici su:

× Contattaci per le tue segnalazioni